Cut   [ITA]

» Web site
» Label: BareBones Productions

BIOGRAFIA
I CUT sono una rock band nata nel 1996a Bologna.
La loro attività è stata la scintilla che ha contribuito alla nascita e allo sviluppo di “GAMMA POP” una delle più importanti etichette indipendenti italiane.
Il suono dei CUT è stato descritto in vari modi ma forse il più azzeccato è stato coniato dalla webzine UK Pennyblack Music: “John Lee Hooker stuck in a postpunk straitjacket” ovvero “John Lee Hooker stretto nella camicia di forza del postpunk” (http://www.pennyblackmusic.co.uk)
La loro discografia conta cinque album in studio (sei con Second Skin), un live in UK e un E.P. per la stessa Gamma Pop e per altre istituzioni della scena come Homesleep Music, Riff Records e Go Down! Records.

LIVE
L’attività live del gruppo ha toccato ripetutamente ogni angolo della penisola e non solo: i CUT contano infatti 14 tour europei e diverse date negli Stati Uniti.
In particolare la band ha messo radici in terra d’Albione grazie a ripetuti tour e uscite discografiche marcate U.K.
Nel 2011 la band ha pubblicato il primo live album.
“THE BATTLE OF BRITAIN – Live in the U.K.” è una fedele testimonianza sonora del terzo tour inglese dei CUT – nel febbraio 2011.
L’album, disponibile solo in vinile attraverso Gamma Pop, è stato registrato e mixato da Andrea Rovacchi (Slugs, Julie’s Haircut), per gran parte durante la data di Liverpool (19 febbraio 2011 –Pilgrim Bar).

In questi anni la band ha condiviso il palco con:
The Make Up, Unwound, Ulan Bator, Uzeda, Royal Trux, International Noise Conspiracy, Eels, Delta ‘72, Man Or Astroman, Old Time Relijun, The Hives, Heavy Trash, Violent Femmes e molti altri artisti italiani e internazionali.
Il 27 luglio 2012 hanno aperto il concerto di IGGY & THE STOOGES al castello Scaligero di Villafranca di Verona.
L’8 agosto 2016 invece aprono per i MUDHONEY allo Spazio Boss di La Spezia.“Second Skin” è il sesto album dei CUT ed è il disco con cui la storica formazione bolognese festeggia più di venti anni di un percorso musicale che li ha visti attraversare “ere” diverse del suono alternativo e indipendente, sempre “on the wrong side of the road”. Per questo motivo, nella fase di realizzazione dell’album, i CUT hanno voluto coinvolgere alcuni dei loro più stretti collaboratori e amici, molti dei quali hanno preso parte alla fase di costruzione dei brani, fornendo un contributo essenziale alla varietà di atmosfere e suggestioni che caratterizzano “Second Skin”.


SECOND SKIN
Il titolo ha un doppio valore evocativo: può essere letto come una metafora del vissuto della band, oramai divenuta una seconda pelle per i propri membri, oppure attraverso le tematiche affrontate nei testi quali l’ossessività e la dipendenza affettiva che rendono difficoltoso l'affrancarsi da stati d’animo legati a rapporti interpersonali passati. Un'ossessione che ti avvolge come una “seconda pelle”, una prigione, spesso invisibile agli altri, dalla quale non ci si riesce a liberare.
“Second Skin” vede la partecipazione di numerosi ospiti tra cui: Mike Watt (Minutemen, fIREHOSE, Iggy & The Stooges, Il Sogno Del Marinaio...), Stefano Pilia (Rokia Traoré band, Afterhours, Massimo Volume, InZaire, Il Sogno Del Marinaio, Cagna Schiumante...), Sergio Carlini (Three Second Kiss, Serra/Carlini, Jowjo), Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut), Francesco Salomone (Forty Winks, Qlowski),Francesco Bucci, Paolo Raineri (Ottone Pesante, Junkfood)
Per l’artwork è stato scelto “Nel Buio”, un quadro dell'artista modenese Simone Fazio Un particolare di quest’opera era già stato utilizzato per la release online del brano “Take It Back to the Start”.
“Second Skin” è frutto di una co-produzione Area Pirata, Dischi Bervisti, Antipop (etichetta di Liverpool già distributrice dei dischi dei CUT in UK) e Bare Bones Productions. I La produzione artistica è stata affidata a Bruno Germano già collaboratore storico della band oltre ad aver militato nei Settlefish ed avere prodotto tra gli altri, Fuzz Orchestra e Iosonouncane. Germano è presente nel disco anche in veste di musicista e coautore della title track.
In numerosi brani figura anche Francesco Bolognini il primo batterista della band ad ulteriore testimonianza della volontà dei CUT di raccogliere intorno a “Second Skin” gli amici ed i collaboratori di una vita.

I CUT sono: Ferruccio Quercetti - vocals, guitar | Carlo Masu - guitar, vocals | Tony Booza - drums, percussion